Obama sigla un accordo storico con l’Iran

Raffaele Zenti Commodities, Paesi Leave a Comment

L’Iran ieri ha accettato di limitare le attività nucleari, in cambio dell’alleggerimento di alcune sanzioni sul petrolio, sui ricambi auto, sull’oro e sui metalli preziosi. La prima crepa importante dopo un decennio di inutile stagnazione dei rapporti diplomatici.

L’Iran e le potenze mondiali hanno raggiunto un accordo preliminare sul programma nucleare del paese che diminuirà le sanzioni economiche mantenendo un tetto sulle vendite di petrolio.

L’accordo è reversibile.  E’ stato annunciato oggi dopo cinque giorni di colloqui a Ginevra. Consente il mantenimento di alcune delle attività petrolifere iraniane permettendo di mantenere gli attuali livello di greggio esportato.

Il prezzo del greggio ha registrato il calo più consistente dal 1° novembre, quando l’Iran raggiunse un accordo per alleggerire le sanzioni sulle esportazioni di petrolio. L’euro è sceso da un massimo di tre settimane e l’oro è scivolato al minimo da luglio.

Possiamo aspettarci una certa debolezza dei prezzi fino a quando il mercato si adatterà alla prospettiva che in futuro le esportazioni iraniane aumenteranno.  L’accordo può mettere “pressione al ribasso” sui prezzi del petrolio perché permetterà all’Iran di aumentare le esportazioni di quasi 300.000 barili al giorno rispetto ai livelli del mese scorso.

Il petrolio ha spinto i prezzi dell’energia – dalla benzina al gasolio da riscaldamento – al ribasso.

 CrudeOil-november2013

Iscriviti a eKuota

eKuota aiuta le aziende a gestire i rischi finanziari: incassi e pagamenti in valute estere, acquisti di materie prime, tassi di interesse.
Iscriviti subito a eKuota
About the Author

Raffaele Zenti

Co-founder and Head of the Financial Strategies Group of Adviseonly (www.adviseonly.com). Expert in finance and risk management. He graduated in Economics from the University of Turin, with a specialisation in Statistics. He has worked in assets allocation for Sella Asset Management, where he was head of the Financial Business Consultants unit in Engineering. Previously he worked at Allianz Global Investors Italy for ten years as Head of Risk Management and then as Head of Quantitative Management. He was recently the Quantitative Management Manager at Banca Leonardo Group and provided independent consultancy for IDeA Sim - DeA Group. He is also a lecturer in Quantitative Portfolio Management at the University of Turin Master’s in Finance programme, has published various articles in asset management and finance magazines (including the Journal of Asset Management, Economic Notes and Risk) and has contributed to books on subjects related to investment choices and Risk Management.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *