IPO per esperti: SISAL e Rottapharm

Staff IPO 2 Comments

Le IPO di questa settimana sono Rottapharm e Sisal due collocamenti offerti in contemporanea.

Due IPO con caratteristiche tali da essere ritenute adatte a un esperto investitore istituzionale e meno a un privato risparmiatore.

Vediamo perché.

Rottapharm

Rottapharm è una multinazionale farmaceutica nota al pubblico per i marchi dei prodotti da banco Saugella e Babygella. I farmaci a prescrizione rimborsati rappresentano un 25% del fatturato i più venduti sono: Urivesc, Legalon e Pafinur. Ogni anno il 4% del fatturato viene destinato all’attività di ricerca e sviluppo. A livello geografico, l’Italia rappresenta il 30% del fatturato mentre i Paesi emergenti il 23%

Il collocamento offerto deriva dalla vendita del 25% di azioni da parte della famiglia Rovati, unico azionista.

Il prezzo per azione offerto è stabilito tra un minino di 7,25 euro e un massimo di 9 euro corrispondenti a una capitalizzazione di 1,45 – 1,8 miliardi di euro.

Gli analisti di evaluation.it hanno confrontato Rottapharm con un gruppo di società che operano a livello internazionale nel settore del “consumer healthcare” e con un campione di società farmaceutiche tradizionali.

Sulla base delle considerazioni di Evaluation, la società sembra essere collocata a sconto.

Sia il multiplo Prezzo/Utile (intervallo 25,3-31,4 contro una media del primo gruppo di 29,9 e del secondo di 37,1) sia il rapporto Enterprise Value/Ebitda (intervallo 13,1-15,8 contro una media rispettivamente di 17,2 e 15,3) sono inferiori ai valori medi del mercato.

Nel prospetto depositato in Consob (ben 722 pagine) che trovate a questo link ci sono alcuni aspetti da considerare attentamente prima di effettuare l’investimento.

In particolare, diverse sono le transazioni tra l’emittente e l’unico azionista.

  1. La famiglia Rovati è debitrice dell’emittente per 253 milioni di euro (vedi pagina 46). Tale debito sarà estinto con i proventi dell’IPO.
  2. L’azionista ha ricevuto dividendi in natura per un valore di 40 milioni di euro (pagina 110). La procedura con le parti correlate la trovate a pagina 89.
  3. Da notare infine il limite alla distribuzione dei dividendi che è imposto dal regolamento del prestito obbligazionario in essere. Il dividendo non può eccedere il massimo tra 25 milioni e il 17% dell’Ebitda.

SISAL

Sisal è un operatore italiano del mercato dei giochi e delle scommesse. Negli ultimi anni ha diversificato nel settore dei servizi a pagamento e delle carte di debito.

L’emittente offre in collocamento ben il 59,16% del capitale. I venditori sono un gruppo di fondi di private equity: Clessidra, Apax e Permira.

Consob ha ritenuto opportuno inserire nelle prime pagine del prospetto (che trovate a questo link) una avvertenza circa la rischiosità dell’investimento.

Sisal è stata messa a confronto da evaluation.it con un gruppo di società che operano sia nel settore dei giochi e scommesse che nei servizi di pagamento; la società sembra essere collocata a sconto sia sulla base del multiplo Enterprise Value/Ebitda (intervallo 7,4-8,2 contro una media del primo gruppo di 8,4 e del secondo di 16,6) che del rapporto EV/OpCF (intervallo 11,2-12,5 contro una media rispettivamente di 11,8 e 20,4), non è stato possibile invece effettuare un confronto sul multiplo Prezzo/Utili avendo registrato delle perdite negli ultimi 3 esercizi.

Iscriviti a eKuota

eKuota aiuta le aziende a gestire i rischi finanziari: incassi e pagamenti in valute estere, acquisti di materie prime, tassi di interesse.
Iscriviti subito a eKuota
Gratis per 30 giorni
About the Author
Staff

Staff

Related Posts

Comments 2

  1. Avatar
    1. Avatar

      Grazie Paul, è importante leggere attentamente i prospetti per la quotazione sul sito Consob prima dell’investimento. Spesso si trovano informazioni preziose. Dati e notizie utili e non fuorvianti come succede (purtroppo) leggendo solo i giornali economici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *